La Luna

Il pallido volto del nostro satellite si specchia in uno stagno al centro del quale un enorme granchio, in analogia con i segno zodiacale del Cancro, domicilio della Luna, divora tutti i residui, vale a dire il peso del passato, affinchè l'acqua non esali cattivi odori; presso la riva due cani, le costellazioni del Cane maggiore e del Cane minore, sorvegliano il cammino della Luna, diffidandola con il loro abbaiare dal discostarsi dalla sua orbita.

Rappresentano quindi i difensori dell'ordine cosmico, della proprietà e dell'incoscio, come testimonia la presenza stessa delle due torri ammonitrici, erette a guisa di sentinelle nel misterioso territorio. E, del resto, questa connessione della Luna con il cane (o il lupo) esiste da sempre nella leggenda e nel mito. Da notare che le gocce che sembrano piovere dall'astro, in realtà non discendono verso la terra, ma, piuttosto, salgono da essa, come attratte dal misterioso potere lunare.

Similmente, il senso di questo arcano non si estende dall'uomo all'ambiente ma, al contrario, dall'ambiente all'uomo che, ben lontano dal dominarlo, ne risulta condizionato attraverso le energie emozionali non controllate. La luna è l'ultimo degli arcani maggiori più pesanti e problematici dritti che capovolti. Quando è capovolta, ne viene attenuato, infatti il carattere oscuro, malefico verso gli archetipi della femminilità e del sogno.

Articoli correlati
  • Il Mondo

    Il Mondo
  • La Luna Sfavorevole

    La Luna Sfavorevole
  • La Luna Sfavorevole nella lettura

    La Luna Sfavorevole nella lettura
cookies policy